Home Page Borderbay Breed standard Border Collies Gallery Bordercollie Cuccioli border collies cucciolo cucciolate cagnolini Come scegliere un cucciolo di Border Collies Borderbay girls About Border Collies Come scegliere un allevatore di Border Collies Borderbay boys Le news Show results Contatti - Richiesta informazioni Borderbay at work Consigli per una convivenza serena

CONSIGLI PER UNA CONVIVENZA SERENA


Allevare e selezionare con serietà e professionalità una razza è compito oltremodo difficile e complicato se si vogliono tenere nella giusta considerazione tutte le caratteristiche morfologiche e caratteriali della razza e produrre soggetti sempre migliori sotto ogni aspetto.
Anni di convivenza con i nostri Border Collie ci hanno portato a confermare sempre più quelle che sono le doti straordinarie di questi cani. Il loro ancestrale spirito di dedizione come cani da pastori, la loro ricettività verso i comandi, la straordinaria intelligenza emotiva e l'incredibile affettuosità ci fanno sentire sempre più forte il dovere di selezionare al meglio i nostri soggetti, e rinfrancano gli sforzi ed i sacrifici rinnovando la passione nell'andare avanti.
Riteniamo però che il nostro impegno non si esaurisca qui ma prosegua indirizzando il nuovo proprietario nella scelta del cucciolo più adatto alle sue esigenze, ed assistendolo nelle prime e più delicate fasi di ambientamento alla nuova condizione di vita.
Una relazione serena ed equilibrata con il proprio cane è il principale obiettivo da conseguire, qualunque sia il tipo di vita che si scelga di vivere con il nostro compagno, ed è il presupposto fondamentale per il raggiungimento di risultati soddisfacenti nel lavoro, come la garanzia di un rapporto equilibrato in famiglia nella vita di tutti i giorni.
Pensiamo innanzitutto che la base di una relazione serena sia che al cane venga lasciato il giusto spazio per essere un cane, nel senso più nobile e pieno del termine, ovvero un essere dotato di intelligenza e sentimento, di spirito di devozione e sacrificio, di amore incondizionato verso il suo proprietario. E' nel suo essere un compagno di vita fedele, pronto ad accompagnarci in quello che decideremo di vivere con lui, con equilibrio ed affetto, ma anche nel rispetto delle regole da noi stabilite, che avremo dato al nostro amico la migliore condizione per la serenità.
Per questo, prima di cedere un cucciolo, chiediamo sempre informazioni sulle motivazioni che hanno portato alla scelta di questa razza, sullo stile di vita dei futuri proprietari, e sulle loro esigenze ed aspettative (compagnia, vita da appartamento o all'aperto, attività sportive e/o cinofile ecc.)
Tutto questo per poter meglio indirizzare l'acquirente verso quella che riteniamo la cucciolata più adatta ed all'interno di questa verso il cucciolo che pensiamo possa meglio corrispondere allo stile di vita ed alle necessità dei futuri proprietari.
Inoltre, poiché teniamo molto che i nostri cani riescano ad inserirsi bene nel nuovo ambiente e possano condurre una vita serena ed equilibrata assieme ai nuovi proprietari, siamo sempre disponibili a seguire il cucciolo ed il padrone nelle prime fasi di ambientamento nella nuova casa.
Le note che seguono vogliono essere un primo contributo destinato ai proprietari neofiti per evitare errori che alla lunga possono portare a incomprensioni e conflittualità col proprio cane.

VITA DI BRANCO E LEADERSHIP:
Il cane è un animale abituato da secoli a vivere in branco.
Il cane che abita con noi in famiglia diventa per noi un membro della famiglia e percepisce la famiglia come il suo branco. Per questo è fondamentale stabilire delle precise regole ed un giusto ordine gerarchico.
Il cane non deve MAI diventare capo branco, ma deve trovare la sua giusta collocazione nel "branco-famiglia" ed accettare il suo leader.
Non pensate che essere sottomesso sia una coercizione o qualcosa di limitante o negativo per il cane. E' esattamente il contrario.
Un cane che ha il suo ruolo stabilito nel branco e rispetta il suo leader si sente molto più sicuro e sereno di un cane senza leadership, costretto, suo malgrado, a causa di un padrone incapace, a diventare capo branco di esseri così diversi da lui ed in un ambiente per lui così lontano da quello naturale e così assurdo e complicato come la nostra società.

I PRIMI GIORNI:
I primi giorni nella nuova casa sono molto importanti per il cucciolo e quindi sarebbe auspicabile che i proprietari potessero prendersi qualche giorno di libertà da dedicare al nuovo arrivato.
La prima cosa da fare è instaurare un rapporto di confidenza e di fiducia.
Il cucciolo deve acquisire sicurezza nel nuovo ambiente e deve sentire che può contare su di voi.
Dovete diventare il suo punto di riferimento. Per questo è importante l'attenzione ed il contatto visivo con voi.
Non chiamatelo di continuo e non parlategli troppo o non vi darà più ascolto. Chiamatelo solo quando è necessario e pretendete che vi ascolti, quindi premiatelo con un bocconcino ogni volta che vi presta attenzione, vi guarda negli occhi o risponde ad un vostro comando.
Abituatelo a prestarvi attenzione ed a guardarvi negli occhi premiandolo ogni volta che lo fa.


I PRIMI INSEGNAMENTI:
Quando il cucciolo avrà acquistato piena fiducia in voi e si sentirà a suo agio nel nuovo ambiente potrete iniziare a stabilire la leadership ed impartire i primi insegnamenti.

I BISOGNI
Riguardo ai suoi bisogni fisiologici ricordatevi che un cucciolo prima dei tre/quattro mesi non riesce a controllarsi, quindi non abbiate troppa fretta. Iniziate col portarlo spesso fuori, in particolare dopo i pasti. Lodatelo e premiatelo ogni volta che sporca fuori. Correggetelo solo se lo cogliete sul fatto e portatelo subito fuori.

IL NO
Quando fa cose che non deve (mordere mobilio, salire sui divani, prendere in bocca scarpe od oggetti non consentiti) bloccatelo subito con un NO deciso ed un atteggiamento risoluto del corpo; se questo non è sufficiente prendetelo per la collottola e scuotetelo. Lasciatelo ed allontanatevi, quindi chiamatelo a voi distraendolo con un gioco e lodatelo appena viene. Non usate tante parole che confondono il cucciolo (basta, lascia, vieni giù ecc.) ma solo e sempre un semplice NO con tono ed atteggiamento decisi.

LA PAPPA
Insegnate da subito al cucciolo che siete voi che portate il cibo e decidete quando deve mangiare. Ogni volta che portate la ciotola il cucciolo sarà agitatissimo e tenderà a saltarvi addosso per arrivare al cibo. Voi siate decisi e risoluti, bloccatelo con la mano aperta ed un NO, guardatelo negli occhi e non dategli il cibo fino a che non si è tranquillizzato. Potete anche abituarlo a sedersi ordinandogli il seduto e magari aiutandolo con una leggera pressione sulla groppa, quindi dategli la ciotola con una carezza ed il comando Mangia.

LA PASSEGGIATA
Quando decidete di uscire per una passeggiata non permettete mai al cucciolo di precedervi fuori dalla porta. Insegnategli a sedersi davanti alla porta ed aspettare il vostro comando VIENI.
Quando uscite ricordate sempre che siete voi che conducete il cane a passeggio, non viceversa. Quindi insegnate al cane a non tirare per nessuna ragione al guinzaglio. Appena il cane inizia a tirare voi fermatevi fino a che non si sarà calmato, quindi ripartite cambiando direzione. Ogni volta che il cane tira ripetete la procedura. Quando il cane cammina tranquillo al vostro fianco senza tirare lodatelo e magari premiatelo con un bocconcino associato alla parola Piede o Passo. Alternate però i momenti di insegnamento con momenti di relax in cui permetterete al cane di rilassarsi, girellare intorno a suo piacimento e annusare l'ambiente che lo circonda.
Le prime volte farete poca strada e sarà un ripetersi di cambi e direzione, non demoralizzatevi e vedrete che presto il cucciolo imparerà a camminare tranquillo al vostro fianco.
Non pensate assolutamente che lo strattone possa fare male al cane. La muscolatura del collo del cane non è paragonabile alla nostra ed è talmente robusta che lo strattone costituirà solo un leggero richiamo all'ordine. E' molto più dannoso e deleterio per lo sviluppo scheletrico del cucciolo permettergli di tirare in continuazione.
Queste poche semplici indicazioni costituiscono le fondamenta per instaurare da subito un rapporto sereno ed equilibrato con il proprio cane. Una volta acquisite queste regole base, potrete gradatamente insegnare al vostro Border Collie qualsiasi cosa e resterete stupiti dalla sua incredibile capacità e velocità di apprendimento e dall'estrema facilità con cui capirà al volo ogni vostra richiesta.

Borderbay Border Collies
Daniele Masini

Masini Daniele Via S. Cristina,54 RIMINI (Italy) - TEL. +39-335-5320088 - 0541727053 - borderbay1@virgilio.it
Favretto Selene Via Colombera,22 Ponzano V.to TREVISO (Italy) TEL. +39-338-5654999 - 0422-969174 - seleborder@libero.it