Home Page Borderbay Breed standard Border Collies Gallery Bordercollie Cuccioli border collies cucciolo cucciolate cagnolini Come scegliere un cucciolo di Border Collies Borderbay girls About Border Collies Come scegliere un allevatore di Border Collies Borderbay boys Le news Show results Contatti - Richiesta informazioni Borderbay at work Consigli per una convivenza serena

COME SCEGLIERE L'ALLEVATORE


Una volta deciso l'acquisto di un cucciolo ed individuata la razza che riteniamo più adatta alle nostre esigenze ed al nostro stile di vita occorre non farsi prendere dalla fretta e cercare di orientarsi con attenzione nel vasto panorama di allevatori, privati, commercianti, negozi di animali ecc.
Al giorno d'oggi, con internet questo panorama è ancor più vario ed eterogeneo. Possiamo trovare pubblicità ed annunci di cuccioli, sempre bellissimi, figli di genitori pluri premiati/campioni, esenti da qualsiasi malattia a qualsiasi prezzo.
Teniamo sempre presente che accoppiare due cani e produrre una cucciolata è cosa semplicissima ed alla portata di quasi tutti, ma altra cosa è allevare responsabilmente cercando di mantenere e migliorare le caratteristiche della razza sia morfologiche che caratteriali. Questo comporta un bagaglio di conoscenze teoriche e pratiche e tanta esperienza che solo un allevatore serio e preparato può garantire.
Decisamente sconsigliabile è acquistare un cucciolo presso le varie fiere o mostre/mercato. Questi cuccioli provengono prevalentemente dai paesi dell'est dove vengono allevati nelle cosi dette "Puppy farms" vere e proprie fabbriche di cuccioli, sono tolti precocemente alla madre, non sono vaccinati e vengono sottoposti allo stress di lunghi viaggi e spostamenti. Non hanno pedigree ufficiale riconosciuto e non ci danno alcuna garanzia sanitaria e caratteriale.
Molta attenzione dobbiamo porre anche se ci rivolgiamo ad un negozio di animali perchè anche in questo caso possiamo andare incontro alle medesime spiacevoli sorprese. Informiamoci bene quindi sulla serietà del negoziante e sulla provenienza dei cuccioli. Pretendiamo sempre la garanzia che siano stati allevati in Italia e siano dotati di pedigree ufficiale dell'ENCI (Ente Nazionale Cinofilia Italiana).
Se invece ci rivolgiamo ad uno dei tanti annunci di privati che hanno una cucciolata pretendiamo innanzitutto di vedere entrambi i genitori, i rispettivi pedigree ed i documenti che attestano che i riproduttori sono esenti dalle varie malattie ereditarie tipiche della razza.
Informiamoci sul carattere dei genitori e sulle vaccinazioni e trattamenti antiparassitari effettuati ai cuccioli. Molto spesso i privati effettuano accoppiamenti "a casaccio" con il maschio disponibile più vicino a casa o incontrato ai giardinetti, senza tenere in considerazione la compatibilità dei rispettivi pedigree ed il carattere dei genitori.
La soluzione più sicura è quella di rivolgerci ad un allevatore.
Ma anche in questo caso dovremo informarci bene sulla sua serietà perchè ci sono anche molti pseudo-allevatori (commercianti travestiti) o incapaci che si improvvisano allevatori.
Quindi rivolgiamoci ad un allevatore titolare di affisso riconosciuto dall'ENCI che ci può dare maggiori garanzie di serietà ed affidabilità e in ogni caso siamo sempre prudenti e chiediamo tutte le informazioni che ci interessano e poniamo le seguenti domande che ci aiuteranno nella scelta.

Chiediamo:
Da quanto tempo alleva la nostra razza e quante e quali altre razze alleva. Diffidiamo di chi alleva molte razze. Allevare responsabilmente, creare un ceppo di riproduttori e conoscere a fondo una razza richiede anni di lavoro e di esperienza ed è molto difficile allevare a questi livelli molte razze contemporaneamente. Più informazioni possibili sulla razza, sulle sue origini, caratteristiche ed esigenze. L'allevatore sarà felice di parlare dei cani che alleva e di chiarire ogni nostro dubbio. Quanti cani ha in allevamento, quante cucciolate produce all'anno e quali sono i suoi criteri selettivi. Informazioni sulle patologie ereditarie tipiche della razza: Displasia dell'anca, Ceroid Lipfuscinosis (CL), Collie Eye Anomaly (CEA), Trapped Neutrophil Syndrome (TNS)

Diffidiamo:
Di chi ha in qualsiasi momento sempre pronto il cucciolo maschio o femmina che fa al caso nostro. Di chi ha troppa fretta di concludere "l'affare". Di chi non fa domande sulle nostre esigenze, su quale sarà l'utilizzo che faremo del cane, su quale sarà la sua sistemazione nell'ambito familiare, sul tempo che avremo da dedicargli. Di chi si spazientisce se fate troppe domande sulla genealogia dei suoi cani, sulle malattie ereditarie, sui criteri di selezione che adotta.
Di chi ha cani da tutti i prezzi od "occasioni". Il cane non è una lavatrice o un televisore che possiamo trovare in svendita. Allevare seriamente e responsabilmente, in regola con le normative e rispettando il benessere degli animali, costa fatica ma anche denaro.
Quindi l'allevatore serio non avrà mai svendite o prezzi stracciati.

Scappiamo a gambe levate:
Da chi ci propone prezzi diversi per il cucciolo con pedigree o senza pedigree.
Il pedigree è la carta d'identità del cane, è la sua storia è tutto il lavoro di selezione che c'è alle spalle. L'allevatore serio non solo non ci proporrà mai questo ma ad una nostra eventuale richiesta risponderà seccato che nel suo allevamento non esistono cani senza pedigree.

ALLEVARE ARTE O MESTIERE?

Allevare cani può essere una cosa semplice od una impresa difficilissima. Può essere un mestiere o un'arte.
Come per molte attività umane in cui elementi discriminanti tra mestiere ed arte sono la creatività e la fantasia del singolo, così nell'allevamento canino vi è una sottile distinzione tra l'uno e l'altra: da una parte solo capacità tecniche ed imprenditoriali, dall'altra, oltre a queste, passione, sensibilità, intuito.

L'allevamento canino con il semplice scopo di fare cucciolate e vendere cuccioli è un mestiere come altri se invece si ha come obiettivo il miglioramento della razza e ed il raggiungimento di un modello ideale e lo si persegue con determinazione, passione ed amore per i cani diventa un'arte talmente difficile da rasentare l'utopia.

In passato ho allevato e selezionato per passione varie specie animali da reddito e da cortile e posso affermare che allevare, cioè selezionare, scegliere i soggetti giusti che possano garantire, attraverso il complesso dei loro caratteri fenogenotipici (evidenti e non) il miglioramento della razza è indubbiamente difficile per qualsiasi razza animale.
Ma nel caso dell'allevamento canino lo è in maniera esponenziale per la quantità e complessità dei fattori da tenere in considerazione contemporaneamente.
La selezione delle razze animali da reddito, pur con tutte le sue difficoltà e problematiche, è indirizzata verso il miglioramento di alcune specifiche caratteristiche dell'animale quali la produzione di uova, latte, carne, ecc; l'allevatore può quindi concentrare i suoi sforzi su di un singolo carattere senza preoccuparsi eccessivamente di tutte le altre caratteristiche non funzionali alla produzione.

La selezione canina al contrario si caratterizza proprio per la molteplicità e complessità dei caratteri morfologici e caratteriali da tenere in considerazione, molti dei quali non sono evidenti nel fenotipo ma occulti nel patrimonio genetico dei genitori, dei nonni, dei bisnonni ecc. Si tratta quindi di cercare di mettere assieme, come in un enorme puzzle, tutti i caratteri positivi che ci interessano cercando di eliminare od almeno attenuare gli effetti di quelli indesiderati; il tutto con la complicazione ulteriore che i caratteri non sono sempre separati come le tessere di un puzzle ma spesso strettamente collegati tra loro per cui un certa caratteristica positiva ne porta con se altre meno desiderabili. E mentre si lavora per migliorare un determinato carattere bisogna contemporaneamente cercare di mantenere inalterato il livello qualitativo generale che abbiamo raggiunto ed evitare la comparsa di caratteri indesiderati.

Il quadro delineato potrà apparire a molti eccessivo ed esageratamente pessimistico, ma è la realtà con la quale chi alleva con amore e passione deve confrontarsi quotidianamente.

Daniele Masini

Masini Daniele Via S. Cristina,54 RIMINI (Italy) - TEL. +39-335-5320088 - 0541727053 - borderbay1@virgilio.it
Favretto Selene Via Colombera,22 Ponzano V.to TREVISO (Italy) TEL. +39-338-5654999 - 0422-969174 - seleborder@libero.it